Diritti Umani : un triste anniversario per Abou Elkassim Britel

Oggi è il 61. anniversario della Dichiarazione universale dei Diritti dell’Uomo e per Abou Elkassim Britel, cittadino italiano incensurato, è il 17. giorno di sciopero della fame nel carcere di Oukasha, un altro giorno di vita che gli viene sottratto da oltre 7 anni.

Una condanna iniqua per “associazione sovversiva” non è argomento di cui occuparsi, né per i politici, né per i giornali, non porta voti, non fa vendere copie. Ed è assai più facile commentare delle negazioni dei diritti in paesi lontani che nel “bel paese”, dove sono altre le priorità.

Abou Elkassim Britel è una delle vittime della cosiddetta “guerra al terrorismo” di Bush, il cui tragico esito è stato ricostruito con chiarezza, ma, mentre altri paesi si sono impegnati per la liberazione dei loro cittadini, qui in Italia non si fa nulla, si ignora, si omette, sperando che il tempo faccia il suo lavoro e… chissà che non torni mai più a casa!

Le ultime notizie sul caso Britel sono su questo blog
Altre informazioni su www.giustiziaperkassim.net

 

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in diritti negati, diritti umani, guerra al terrore, kassim, sciopero della fame, sparizioni forzate. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...