Non fa notizia? Youssef Nada fuori dalla Black List Onu

Tacciono i media italiani, da giorni cerco inutilmente l’informazione.
Eppure è stata pubblicata subito in Svizzera: Le Conseil de sécurité a retiré le nom de Yussef Nada de la liste  noire,  Silvia Cattori, 24.09.09, Youssef Nada fuori dalla Black List, Corriere del Ticino, 25.09.09.

Un nostro CONNAZIONALE costretto per anni a non potersi muovere dalla propria casa, impossibilitato a curarsi, a disporre dei suoi beni, ma soprattutto privato dell’onore, additato da Bush in persona quale finanziatore del terrorismo e dai media come finanziatore nemmeno tanto occulto di al-Qaeda ha resistito con coraggio e tenacia, ha denunciato, scritto, dato interviste, si è reso disponibile alle indagini.
L’ing. Nada ha avuto il solido sostegno del sen. Dick Marty che non ha mai accettato questa negazione del diritto, questa aberrazione che opprime persone sulla base di sospetti e, diciamolo, anche di palesi invenzioni giornalistiche.

Il 23 settembre questa stessa persona dopo una simile, lunghissima sofferenza si vede finalmente riconosciuto il proprio diritto anche dall’Onu – dopo anni che le procure italiana ed elvetica avevano archiviato le indagini – recuperando la propria libertà. Non è una notizia?

E ci sono i precedenti. Il 10 agosto il signor Ali Ghaleb Himmat, che ha vissuto la stessa tragica esperienza è stato tolto dalla “Lista nera” Onu, proprio come Ahmed Idris Nasreddin nel novembre 2007, entrambi cittadini italiani, (articolo Corriere del Ticino, 10.08.09).

Stesso identico silenzio e nemmeno un po’ d’imbarazzo dopo i titoloni sparati all’epoca e le congetture spacciate per fatti.
Nessuno ha sentito il dovere di rettificare, dando questa notizia con  il dovuto risalto, non se ne parla, non se ne scrive.
Un musulmano non è mai « buono » e soprattutto mai innocente, ecco il senso del disimpegno dei media sull’argomento e non mi stupisce, lo tocchiamo con mano ogni giorno.

Nessun sen. Marty per Kassim e per me, anche noi a resistere per il nostro onore e la nostra famiglia: i politici sono troppo occupati a leccarsi le ferite, a esser cattivi con i migranti, a rilasciare dichiarazioni sopra le righe sempre che non siano trattenuti tra le lenzuola                   Khadija

Altre informazioni:
il sito dell’ing. Nada
il sito della signora Silvia Cattori, giornalista svizzera indipendente contiene diversi articoli di approfondimento e denuncia sulla vicenda, anche in lingua italiana
il tag  youssef nada di questo blog
l’elenco ufficiale delle rimozioni dalla Black List
.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in ahmed idris nasreddin, ali ghaleb himmat, dick marty, diritti negati, guerra al terrore, media, onu, silvia cattori, youssef nada. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Non fa notizia? Youssef Nada fuori dalla Black List Onu

  1. alhamdulillah ha detto:

    Non fa notizia? Youssef Nada fuori dalla Black List Onu[..] Tacciono i media italiani, da giorni cerco inutilmente l’informazione. Eppure è stata pubblicata subito in Svizzera: Le Conseil de sécurité a retiré le nom de Yussef Nada de la liste noire, Silvia Cattori, 24.09.09, Youss [..]

  2. bianchiriccardo ha detto:

    Non fa notizia perché Nada non vuole rilasciare interviste, se non a persone che vanno lì a Campione d’Italia. E non è certo una notizia che merita un viaggio fino a Campione d’Italia (cioè in Svizzera). E senza intervista, quanto spazio vuoi dargli?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...