Abou Elkassim Britel, aggiornamenti

Marocco – Un comunicato dell’associazione An-nasir, che sostiene le famiglie dei detenuti islamici, promuove domani a Rabat un sit-in per l’intera giornata davanti al Ministero della Giustizia.
A sei anni dall’ondata di arresti indiscriminati e dai successivi processi iniqui, quali le condizioni di bambini e donne privi di padri, fratelli, figure di riferimento, e spesso i soli a lavorare? Nel frattempo i detenuti islamici, in sciopero della fame nazionale, chiedono ancora una volta la liberazione. Nell’imminenza del 6^ anniversario del tragico 16 maggio di Casablanca, alcuni giornali scrivsto processo, impunità dei servizi – e della ricaduta che la gestione autoritaria di questi anni ha provocato sulla società marocchina. Qualche giorno fa l’annuncio, senza particolari, dell’individuazione di una cellula, denunce delle famiglie di prelevamenti illegali e sparizioni, e poi il rilascio, senza spiegaziono dei problemi aperti – rispetto della legge, presunzione di innocenza, garanzie del giuoni, degli interessati…

Italia –
Due articoli di ieri, un audio, Giovanni Bianchini e Andrea Minoglio:- Il caso Britel arriva in aula negli Usa, Enzo Mangini, CARTA, 13 maggio ‏2009- Innocente in carcere in Marocco parte la causa contro i voli illegali, Mara Mologni, Dnews, 13 maggio 2009

– Vincenzo Greco – Unis@und, webradio dell’Università di Salerno – intervista Khadija, moglie di Kassim nello speciale del 7.04.09 « Viaggio all’inferno » sul tema dei detenuti italiani all’estero. In partenza per il Marocco ed in poco più di 8 minuti Khadija riassume la storia di Kassim, per chi non conosce ancora il caso o chi volesse ricordarne i fatti.

– BORDER, LimitedNoArtGallery, Milano 25 marzo 2009 – Tra gli altri Giovanni Bianchini che presenta Extraordinary Renditions – l’installazione con il video Consegnato di Andrea Minoglio, sulla storia di Kassim, idea e soggetto di Andrea e Giovanni. Foto e video qui  (sito di Andrea)

« Viaggio all’inferno » – lo speciale presenta più casi concreti di cittadini italiani che condividono la detenzione in un paese lontano, i loro problemi ed i rapporti con le autorità italiane – è scaricabile qui (pagina Il meglio degli Speciali di Unis@und).

L’intervista a Khadija, è scaricabile qui (pagina Le Interviste di D7 Diariosette, nuovo settimanale on line, diretto da Vincenzo Greco).

Fonti: An-nassir, www.attajdid.ma, www.almassae.ma, www.carta.org, www.dnews.eu , www.webradio.unisa.it, www.minoglio.it, www.diariosette.it

Questa voce è stata pubblicata in an-nasir, andrea minoglio, giovanni bianchini, guerra al terrore, marocco, sciopero della fame. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Abou Elkassim Britel, aggiornamenti

  1. falecius ha detto:

    Notizie[..] Pare che siano buone, questa volta. Speriamo bene. (Altri aggiornamenti qui) [..]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...