Giovanni Bianchini da non perdere a Milano

La mostra di Giovanni Bianchini presenta tra l’altro l’installazione sulle extraordinary rendition, completata da un video di Andrea Minoglio.

È un’opera strettamente connessa con la vicenda di Kassim, dalla quale, come Giovanni ricorda ha preso spunto e forma: “Uno che vive nella mia stessa città, Bergamo, che non ho mai incontrato, che subisce offesa, tortura…”

Già in mostra, lo scorso anno, in un diverso allestimento in una collettiva a Bergamo, l’opera rappresenta la privazione di umanità e d’identità in forme appese ed immobilizzate, nelle quali l’essere umano è intuito.

Ora osservo la crescita e la comprensione in questo video che accompagna Giovanni nel suo lavoro, e, al tempo stesso, rende la dignità calpestata nel sopruso e nella detenzione segreta. Ci ho ritrovato i racconti di mio marito, l’intervento con cui ho cercato di comunicare cosa sono rendition e torture, il tutto in un racconto serrato, ho provato un’ angoscia forte, ma buona che aiuta a capire e sprona ad informarsi.

Grazie Andrea! Grazie Giovanni!

Andrea: www.minoglio.it     Giovanni: www.patatart.it

Ieri Giulietto Chiesa ci ha dato il suo sostegno con una nuova lettera a D’Alema, potete leggerla anche su www.giustiziaperkassim.net.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in andrea minoglio, giovanni bianchini. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...